Decreto liquidità: al via le domande .. banche permettendo

L’UE ha dato l’ok sia agli interventi previsti dal fondo di garanzia PMI sia quelli gestiti dalla SACE, i moduli sono pronti ma i prestiti sono comunque sottoposti alla discrezionalità dell’ente finanziatore banche o confidi.

PROCEDURA: Scaricare il modulo da www.fondidigaranzia.it (sentite comunque prima la banca), compilarlo e inviarlo via mail (anche non certificata) alla banca o al confidi insieme alla copia di un documento di riconoscimento. Per la garanzia SACE: domanda alla banca, che in caso di delibera positiva richiede la garanzia alla Sace. Sace processa la richiesta ed emette un codice del finanziamento, che la banca poi eroga. Per le imprese più grandi, la procedura è più complessa e occorrerà un decreto Mef-Mise.

COSA CI FANNO DICHIARARE NEL MODULO: il codice ateco, che abbiamo subito danni economici da COVID, finalità del prestito, per esempio destinato a sostenere costi del personale, investimenti o capitale circolante, che non abbiamo provvedimenti giudiziari legali alla 231 e che non abbiamo esclusioni codice appalti.

CHE GARANZIE DIAMO: accettiamo che il fondo di garanzia possa rivalersi su di noi se non rimborsiamo il prestito, diamo l’ok a controlli ed ispezioni presso le nostre sedi da parte del Fondo ed in caso di non conformità/revoca firmiamo l’impegno a riversare al fondo l’importo ottenuto e le eventuali sanzioni che vanno da due a quattro volte l’importo dell’intervento

QUALI SONO I CANALI DI ACCESO AI PRESTITI: la società Sace (grandi imprese) e il Fondo di garanzia per le Pmi fino a 499 dipendenti.

I FAMOSI 25.000 EURO PER TUTTI: Copertura del 100% per finanziamenti di importo non superiore al 25% dei ricavi come risultante dall’ultimo bilancio o dichiarazione fiscale del richiedente. I finanziamenti non possono superare l’ammontare di 25.000 €. La garanzia viene concessa senza alcuna valutazione di merito creditizio. E’ previsto un tasso di interesse, si può stimare un valore tra 1,2 e 2%. La restituzione è in 6 anni con inizio del rimborso non prima di 2 anni.

CARATTERISTICHE PRESTITI SACE: Si prevedono 3 fasce: garanzia statale che copre il 90% del prestito per imprese con meno di 5.000 dipendenti in Italia e valore del fatturato fino a € 1,5 miliardi; garanzia all’80% per aziende con fatturato tra € 1,5 e 5 miliardi o con più di 5.000 dipendenti in Italia; garanzia al 70% per imprese con fatturato oltre € 5 miliardi.
Importo: l’importo del prestito garantito non potrà essere superiore al maggiore di questi 2 elementi: 25% del fatturato 2019; il doppio dei costi del personale dell’impresa relativi al 2019, come da bilancio o da dati certificati (se l’impresa è nata dopo il 31.12.2018 si fa riferimento ai costi del personale attesi per i primi 2 anni di attività).
Vincoli: l’impresa beneficiaria (o altre imprese del medesimo gruppo) non potrà distribuire dividendi o riacquistare proprie azioni nel corso del 2020; inoltra, l’azienda sarà chiamata ad assumere l’impegno a gestire i livelli occupazionali attraverso accordi sindacali. Dovrà usare il finanziamento solo per attività localizzate in Italia.
Costi e durata – I prestiti vanno restituiti in 6 anni, con preammortamento possibile fino a 2 anni. Le commissioni sono differenziate e vanno i base all’importo richiesto dallo 0,25 al 2% crescendo negli anni e differenziandosi tra Pmi e imprese più grandi.

CARATTERISTICHE PRESTITI FONDO DI GARANZIA: La garanzia di base sarà del 90%, per importo massimo garantito di € 5 milioni. La restituzione è in 6 anni con inizio del rimborso non prima di 2 anni.
Ricavi fino a € 3,2 milioni: garanzia al 90% che può arrivare al 100% se l’ulteriore 10% è garantito da Confidi. Possono accedere solo imprese fino a 499 dipendenti, che abbiano ricavi fino a € 3,2 milioni e comunque entro il 25% del fatturato, quindi entro un prestito di € 800.000. Tutte le operazioni del Fondo, fino al termine del 2020, l’accesso è gratuito,il testo non prevede invece un tasso minimo nè una durata massima del rimborso prefissata. Possibili anche operazioni oltre gli € 800.000 con parametri più restringenti.
Procedure: ci sarà un’istruttoria bancaria alleggerita, si valuterà solo la struttura economica-finanziaria dell’azienda.

Per chi avesse bisogno di aiuto per questi o per valutare altri strumenti finanziari i nostri TEMPORARY MANAGER sono a disposizione anche per interfacciarsi direttamente con gli istituti di credito..

 

Giordano Boffelli Consulente per Imprese

RIGUARDO ALL'AUTORE

Giordano Boffelli Consulente per Imprese

Commenta o poni una domanda