F24 chi versa e chi no domani

Con l’entrata in vigore del D.L. Cura Italia diventa operativo un complesso sistema di proroghe di versamenti, differenziato in base alla tipologia di imposte, alla ubicazione territoriale del contribuente ed alla sua dimensione. Proviamo a fare una sintesi, anticipando che TUTTI, tranne chi svolge attività nell’ex zona rossa, devono versare le ritenute sui compensi da lavoro autonomo (codice F24 1040) e che a nostro parere, a dispetto di quanto apparso sull’autorevole  stampa specializzata, non vanno versati i contributi INPS carico dipendente:

Chi versa domani:

  • Soggetti con ricavi  superiori ai 2 milioni che non rientrano nei settori di attività sotto indicati e non svolgono attività nelle zone sotto indicate.

Chi non versa domani, cosa non versa e quando dovrà versarlo:

  • Soggetti con ricavi inferiori ai 2 milioni, non versano ritenute contributi e Iva in scadenza entro il 31/03 che verseranno entro il 31/05 in un’unica soluzione o in 5 rate di pari importo;
  • Determinati settori di attività..e soggetti, indipendentemente dal fatturato, indicati all’articolo 61, comma 2, D.L. 18/2020 (tra questi si segnalano: imprese turistico ricettive, agenzie di viaggio e turismo, tour operator, bar e ristoranti, nonché le imprese di trasporto e ONLUS TRA CUI LE COOPERATIVE SOCIALI per qualsiasi attività) non versano ritenute e contributi sino al 30/04 e iva in scadenza fino al 31/03 che verseranno entro il 31/05 in un’unica soluzione o in 5 rate di pari importo;
  • Soggetti con fatturato superiore ai 2 milioni che svolgono attività in provincia di Bergamo, Cremona, Lodi, Piacenza non versano l’Iva in scadenza entro il 31/03 che verseranno entro il 31/05 in un’unica soluzione o in 5 rate di pari importo;
  • Soggetti che svolgono attività nei Comuni “dell’Ex zona rossa” non versano nulla in scadenza fino al 31/03, verseranno entro il 31/05 in un’unica soluzione o in 5 rate di pari importo;
  • Soggetti operanti nel settore sportivo non versano ritenute, contributi e iva fino al 31/05 che verseranno entro il 30/06 in un’unica soluzione o in 5 rate di pari importo.

E per chi non ha liquidità e deve versare?

  • Ricordiamo gli strumenti ordinari della rateizzazione contributiva e del ravvedimento operoso

Lo studio rimane a disposizione………..

Giordano Boffelli Consulente per Imprese

RIGUARDO ALL'AUTORE

Giordano Boffelli Consulente per Imprese

Commenta o poni una domanda